SVBVRA webzine
a cura di Bianca Cimiotta Lami


Incontri con l'editoria di moda

Presentazione del libro

" ARTE MODA GRAFICA " di CHINO BERT
con gli interventi di PAOLA BERTI e PAOLA PISA

Il libro ripercorre le tappe principali dei cinquant'anni di carriera (1951-2001) nel racconto di Chino Bert: lo stilista di moda diventato frate benedettino, nel momento del suo più importante successo.
I primi esordi milanesi lo vedono nella casa di moda Rosandrè di Via Manzoni, era il 1952. 'anno dopo presenta sulla prestigiosa pedana di Palazzo Pitti, la sua collezione di modelli "Scatola", destando l'interesse di pochi intenditori, come la pittrice Brunetta Mateldi, il Marchese Giorgini, e la giornalista Irene Brin. Franco Bertoldi in arte Chino Bert, si trasferisce a Roma per quattro anni per disegnare le collezioni della nota sarta romana Maria Antonelli.
Viene successivamente scoperto come illustrazione di moda, dalla celebre Maria Carità, che dirigeva il prestigioso Salone di bellezza in Rue St. Honorè a Parigi, disegnando successivamente per il quotidiano di moda l"Aurore" e per il mensile l " Art e la mode". Piaccciono anche a Londra, per originalità le sue illustrazioni e collabora con l'"Observer" e per il' "Queen magazine". Nel 1963 avviene l'incontro e la collaborazione con Loris Abate e successivamente porta Mila Schon a sfilare 20 modelli a Palazzo Pitti: sarà fino al 1972 l'animatore creativo di questa griffe, che ottiene l'ambitissimo premio l'"Oscar della Moda" di N. Marcus negli Usa. Intanto nel 1965 viene chiamato dalle ancora sconosciute sorelle Fendi e disegna per loro la prima collezione di pellicce che sarà presentata all'Hotel Excelsior di Roma.
Il suo talento non si limita agli abiti, ma spazia agli accessori, ai gioielli, ai tessuti, agli abiti ai costumi per il teatro e per la televisione : le lanerie Nattier ed Agoma e le seterie Taroni e Terragni si avvalgono delle sue idee e dei suoi colori per i tessuti realizzati in esclusiva per Mila Schon. Nel 1967 oltre alla creazione del primo numero di "Uomo -Vogue", realizza la prima manifestazione di "Idea Uomo".

Dal 1973 e per dieci anni Chino Bert lascia il mondo della moda, collaborando in minima parte per le collezioni di Mila Schon dal 1984 al 1989.
Negli anni '90 inizia a dipingere e dedica il suo tempo ai disegni ed alle tele riscuotendo grande successo nelle varie mostre personali. La sua arte passa dal figurativo all'astratto ed all'informale e la sua tavolozza è sempre ricca di colore e di suggestioni, spesso illuminata da colpi dorati e luminosi.

14 novembre 2001 - ore 19.00
Accademia di Costume e Moda
Via della Rondinella 2 - Roma

INFO
Relazioni Esterne e Comunicazione 338 9797515

Bianca Cimiotta Lami