Tutti gli eventi a Roma, musicali, artistici, mostre e rassegne con un comodo modulo di ricerca
 
   
Scuderie del Quirinale a Roma

 


Le Scuderie del Quirinale a Roma

Costruite nell’arco di un decennio (1722 - 1732), le Scuderie del Quirinale delimitano, con il Palazzo del Quirinale e quello della Consulta, l’ampia piazza del Quirinale, straordinario spazio in cui si presentano, perfettamente integrate tra loro, opere architettoniche molto diverse per epoca e stile.
L’edificio delle Scuderie si trova a ridosso del muro che chiude il giardino Colonna e poggia sui resti, in parte ancora visibili, del grandioso tempio romano di Serapide, lungo il declivio del colle.

progetto dello Specchi Il primo progetto si deve ad Alessandro Specchi su incarico di Papa Innocenzo XIII. La morte del Papa interruppe i lavori fino a quando, nel 1730, Papa Clemente XII decise di completare l’opera affidandola a Ferdinando Fuga. Per le Scuderie, il Fuga mantenne la struttura architettonica dello Specchi ma trasformò il prospetto esterno, alzando il mezzanino, ridisegnando la facciata e arricchendo i portali centrali. L’ingresso del palazzo, costituito da due scalinate semiellittiche, rese dal Fuga ancora più scenografiche con un’elegante balaustra, fu demolito nel 1865 durante i lavori della salita di Monte Cavallo.
L’edificio delle Scuderie del Quirinale ha mantenuto la sua funzione originaria di rimessa per carrozze e poste di cavalli fino al 1938, anno in cui venne adattato ad autorimessa.
In dotazione alla Presidenza della Repubblica, nel 1997 l’edificio è stato affidato al Comune di Roma per essere utilizzato come sede di eventi espositivi.
Le non perfette condizioni dell’edificio e la necessità di renderlo idoneo alla sua nuova funzione, hanno tuttavia reso indispensabile l'esecuzione di importanti lavori di restauro che, progettati dall’architetto Gae Aulenti e diretti dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Ambientali di Roma, hanno infine consentito di recuperare un’opera architettonica di straordinaria posizione urbana e di valorizzare spazi che per prestigio e dimensioni costituiscono un luogo espositivo di ineguagliabile valore.
Dato in gestione all’Agenzia romana per la preparazione del Giubileo, a partire dal 21 dicembre 1999 il palazzo delle Scuderie del Quirinale ha ospitato quattro mostre di grande prestigio internazionale da “I cento capolavori dell’Ermitage. Impressionisti e Avanguardie alle Scuderie del Quirinale” a “Sandro Botticelli. Pittore della Divina Commedia”, a “Novecento. Arte e Storia in Italia”, tutte esclusivamente progettate per l’anno 2000.
Dal 1° ottobre 2001, l'Azienda Speciale Palaexpo del Comune di Roma ha assunto la gestione delle Scuderie del Quirinale che, hanno presentato altre cinque importanti mostre “Rinascimento. Capolavori dei musei italiani. Tokio – Roma 2001”, “Diamanti. Arte Storia Scienza”, “Paradiso-Inferno” di Fabrizio Plessi, “Rembrandt. Dipinti, incisioni e riflessi del ‘600 e ‘700 italiano” e “Maestà di Roma. Universale ed Eterna”.

Metafisica - Mostra alle Scuderie del Quirinale, Roma

 
 
Mauro Rea, pittore, scultore
> il linguaggio della terra

Antonio Vitale
> Ex libris e grafica
 
"Klimt, Kokoschka, Schiele: dall'Art Noveau all'Espressionismo"
> Presentazione di Mauro Rea

>Scheda sulla mostra a cura di Isabella Pompei
 
De Chirico - Tempio Fatale
 
 

 

 
 
Svbvra | Activitaly | Argiletum Tour | InfoRoma | Servizi turistici | Eventi | ActivCinema